ULTIMO AGGIORNAMENTO 23 NOVEMBRE 2021



GIORNATE DEL CINEMA DEL MEDITERRANEO XI EDIZIONE VIAGGIARE DENTRO LE REALTÀ
IGLESIAS  27-28  NOVEMBRE  1-2-3-4-5  DICEMBRE  2021
Centro Culturale – Casa del Cinema, Via Cattaneo 51 Iglesias
Prefazione di Enrico Pau, Direttore Artistico Giornate del Cinema del Mediterraneo
Il cinema offre allo spettatore una possibilità straordinaria: quella di viaggiare per il mondo restando fermi. Questa idea del viaggio ha tenuto insieme questo nostro programma perché sono tanti i modi di viaggiare di chi ama il cinema. Il primo è un dialogo costante con il passato, con la storia del cinema, con i capolavori dei nostri grandi maestri che riescono ancora a parlarci, a raccontarci ancora chi siamo. È per questo che ritorniamo al passato mostrando le foto di scena che completano il bel saggio di Antioco Floris su un classico del cinema come “Banditi a Orgosolo”. Dal passato arriva il capolavoro di Elio Petri “La classe operaia va in paradiso” che quest’anno, a cinquant’anni dalla sua uscita, vogliamo celebrare per la sua capacità di conservare la sua forza corrosiva e quello sguardo politico visionario, duro e puro che purtroppo il cinema italiano contemporaneo sembra avere smarrito. Realtà è una magnifica parola soprattutto se usata al plurale. Quello che ci interessa di più è l’enorme varietà di generi e di temi che si affacciano ogni anno sugli schermi, che affiorano nei festival internazionali. Crediamo ancora come Elio Petri, che sia fondamentale la resistenza di un cinema civile, coraggioso, complesso, e per questo consideriamo le nostre giornate del cinema come un’occasione da non perdere per restare in contatto con il grande cinema come quello che affiora nel lavoro di alcuni dei nostri autori sardi più celebrati come Mario Piredda, Daniele Atzeni, con la sua capacità affascinante di rivoluzionare l’idea stessa di documentario, o Sergio Naitza, che con il suo film “L’isola di Medea”, ci ricorda la grandezza e l’universalità di una grande personalità della cultura italiana come Pierpaolo Pasolini. Un viaggio il nostro che ci porterà a riflettere sul tema dell’industrializzazione dei nostri territori con il documentario “Fango Rosso” proposto dal giovane autore iglesiente Alberto Diana. Tutti film, quelli dei nostri autori, passati in festival importanti dove spesso hanno ricevuto premi e riconoscimenti. È la curiosità per il mondo che ci muove ed è per questo che la nostra rassegna guarda al cinema internazionale e si interroga su temi fondamentali come quello della convivenza civile e delle migrazioni. Ultimo atto delle nostre giornate di cinema, l’omaggio a Kean Loach un autore le cui opere abbiamo spesso inserito nei nostri programmi, capace ogni volta di sorprendere, un regista militante che incarna l’idea che noi condividiamo di un cinema che non si rassegna, che è capace ancora di interrogarsi con forza sulla realtà per cambiarla per rendere il mondo un posto migliore. Enrico Pau (Direttore Artistico Giornate del Cinema del Mediterraneo).

Giornate del Cinema del Mediterraneo 2021.pdf

Bando per la partecipazione al Progetto 

Promemoria Auschwitz Sardegna 2021


L’Associazione “ARCI Sardegna” indice un bando per la partecipazione al Progetto “Promemoria Auschwitz Sardegna 2021” Il Progetto, finanziato dal Comune di IGLESIAS, è gestito dall’Associazione ARCI Sardegna in cooperazione con l’Associazione “Deina”.

COS’E’ Promemoria Auschwitz è un progetto di educazione alla cittadinanza europea pensato per accompagnare le giovani generazioni alla scoperta e alla comprensione della complessità del mondo che ci circonda a partire dal passato e dalle sue narrazioni, affinché possano acquisire lo spirito critico necessario a un protagonismo come cittadini nel presente.

Guardare alla storia della Seconda Guerra Mondiale, della Deportazione e della Shoah in chiave europea significa costruire la consapevolezza che i processi che ne sono alla base sono parte di un passato comune, così come lo sono le conseguenze sociali, politiche e culturali che quella storia ha prodotto. La costruzione di una società civile non può che fondarsi su questi presupposti, e i viaggi della memoria contribuiscono ad educare una generazione di giovani europei che siano in grado di afferrare il senso profondo e complesso delle sfide del presente.
L’obiettivo generale di Promemoria Auschwitz è di educare a una partecipazione che sia libera, critica e consapevole, proponendo un percorso strutturato in grado di alimentare una relazione continua tra storia, memoria e cittadinanza. È uno spazio in cui i partecipanti hanno l’opportunità di incontrarsi e approfondire tematiche storiche e sociali relative a quegli anni, in un periodo in cui le testimonianze dirette di quei terribili accadimenti cominciano a scomparire.

La tappa più importante e intensa del progetto è, di norma, il viaggio a Cracovia, i cui momenti centrali sono rappresentati dalla visita al Museo Fabbrica di Oscar Schindler, al quartiere e all’ex ghetto ebraico di Cracovia, e quella ai campi di concentramento e sterminio di Auschwitz e Birkenau.
L’attuale situazione pandemica COVID tuttavia ci ha imposto di rimodulare il progetto nel rispetto delle misure di contenimento adottate sia a livello nazionale che europeo. Ciò significa che le visite saranno in modalità telematica, così come tutte le attività formative iniziali e successive alle visite stesse.

Pur con queste modalità Promemoria Auschwitz mantiene la sua configurazione di un'esperienza molto forte, che coinvolge i giovani partecipanti in riflessioni profonde che si pongono l’ambizioso obiettivo di stimolare nei ragazzi una partecipazione attiva e una conoscenza che, partendo dalle tragiche vicende storiche della seconda guerra mondiale, arrivi ad analizzare in modo critico e costruttivo il presente che li circonda.
CHI
Possono partecipare al progetto esclusivamente i giovani:
Residenti nel Comune di IGLESIAS; Di età compresa tra i 18 e 25 anni;
Che si impegnino a partecipare a tutte le fasi del progetto – comprese la formazione post visite e le successive restituzioni - pena l’automatica esclusione;
Che si impegnino a contribuire con una quota di 10,00 € che dovrà essere versata nel corso delle riunioni preparatorie antecedenti le visite virtuali.

COME ADERIRE Gli interessati dovranno compilare – esclusivamente on-line – la domanda di partecipazione entro e non oltre le ore 24:00 di domenica 18 aprile 2021
SELEZIONE DEI PARTECIPANTI Gli educatori dell’ARCI Sardegna predisporranno – a loro insindacabile giudizio - la graduatoria dei richiedenti sulla base delle motivazioni indicate dai candidati nell’apposita sezione della domanda di partecipazione, riservandosi eventualmente di procedere a verifiche individuali con i candidati. Saranno ammessi a partecipare complessivamente al Progetto i primi n. 4 giovani residenti nel Comune di IGLESIAS I giovani di cui al punto precedente riceveranno successivamente – esclusivamente all’indirizzo e-mail indicato nel modulo di domanda - la convocazione contenente tutte le indicazioni per la partecipazione al progetto.
Saranno esclusi dal Progetto coloro che: Non parteciperanno anche ad uno solo degli incontri formativi previsti dal Progetto, qualora selezionati. 

Per aderire  SCARICA IL PDF
Auschwitz.pdf

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

I GIARDINI POSSIBILI

01 – 24 luglio 2020

 "I giardini possibili” mira alla realizzazione di quattro nuovi parchi, quattro nuovi spazi pubblici che sorgeranno nei comuni di Iglesias, Villamassargia, Domusnovas e Musei. Cinquanta bambini provenienti dalle scuole primarie dei paesi partecipanti sono il centro propulsivo del progetto: i loro sogni e desideri daranno forma ai giardini, li renderanno unici.

Il progetto “I Giardini Possibili” vede nella trasformazione partecipata e consapevole uno strumento di coesione sociale, di trasmissione di buone pratiche, di educazione alla condivisione e alla tolleranza: un veicolo di innovazione e creatività, soprattutto in realtà rurali e afflitte da isolamento, marginalità e spopolamento. La periferia, grazie alle idee dei bambini e alla collaborazione di abitanti, istituzioni e associazioni, può diventare uno spazio di possibilità, e dunque un centro di sperimentazione delle strategie di trasformazione sostenibile di un territorio allo stesso tempo fragile e meraviglioso come quello del Sulcis-Iglesiente.

In questo percorso partecipativo, la rassegna cinematografica, organizzata dall’Associazione Casa EMMAUS, dal Centro Iniziative Culturali Arci Iglesias APS, in partenariato con i comuni di Villamassargia, Musei, Iglesias e Domusnovas, ha come scopo, oltre a quello della coesione sociale e della partecipazione attiva dei bambini-adolescenti, anche quello dell'educazione all'immagine. In sostanza è un'attività di formazione utile a far capire l'importanza del film, del cinema, nelle contraddizioni e nelle opportunità del mondo contemporaneo. Aiutare ad amare il cinema anche come strumento della propria crescita culturale.



Giovedì 14 aprile dalle ore 18 alle ore 21

presso la Sala Rossa del Centro Culturale di via Cattaneo ad Iglesias 

Alan Hart, giornalista inglese, presenta il suo libro "Il sionisimo è il vero nemico degli ebrei"

incontro dibattito con

ALAN HART Autore del libro

 “Il Sionismo, il vero nemico degli ebrei”

Partecipano: Marino Canzoneri Presidente Regionale ARCI, Domenico Grillo Diacono e filosofo, Diego Siragusa scrittore, saggista autore della traduzione e della prefazione. 

Conclude Nabeel Khair, Comunità Palestinese in Sardegna
La trilogia Sionismo 

Il vero nemico degli ebrei è una monumentale storia del conflitto israelo-palestinese scritta da un giornalista di lungo corso con una sconfinata conoscenza di prima mano del Medio Oriente.
Alan Hart smentisce, da una parte, le bugie della propaganda sionista e, dall’altra, analizza i fatti così come realmente accaduti, accertati e documentati.




GIORNATE DEL CINEMA DEL MEDITERRANEO   IX° edizione UMANITÀ IN VIAGGIO

Identità, diritti, trasformazioni

Dal 15 novembre al 2 dicembre 2017

CENTRO CULTURALE – CASA DEL CINEMA. Via Cattaneo – IGLESIAS

Teatro Massimo – Cagliari (anteprima)

C’è una frase di Vittorio Arrigoni che è diventata anche il titolo di un suo libro: “Restiamo umani”. È una frase bellissima, alla quale abbiamo pensato intensamente quando abbiamo iniziato a disegnare il programma di queste nostre Giornate del cinema del Mediterraneo. È stato impossibile non pensare a Vittorio Arrigoni che ci fece l’onore, poco prima della sua tragica morte, di essere ospite per due intensi giorni della nostra rassegna. Arrigoni è uno di quei profeti moderni che hanno saputo guardare verso il futuro lasciandoci l’esempio della sua vita, del suo eroismo semplice e quotidiano.

Ecco perché abbiamo voluto la parola Umanità nel titolo del nostro festival, è una parola bellissima, ricca di significati, ma non è mai stata così in crisi come in quest’epoca nella quale purtroppo, troppo spesso, lascia il posto ai muri dell’egoismo, della rabbia e dell’ignoranza. Abbiamo scelto degli ospiti e dei film che ci possano ricordare come in questi tempi oscuri, abbiamo bisogno di “restare umani”. Il cinema con la forza del suo linguaggio, con la poesia delle sue storie, più di altre forme artistiche è in grado di farci riflettere sulla crisi che attraversiamo e illuminare il “viaggio” delle tante Umanità che si spostano da una parte all’altra del mondo o dentro i confini del pensiero e delle idee, per cercare pace, rispetto, dignità, solidarietà.

(Enrico Pau, Direttore artistico delle Giornate del cinema del Mediterraneo)

Libro: IO CHE CONOSCO IL TUO CUORE, di Adelmo Cervi e di Giovanni Zucca., sarà presente l’autore Adelmo Cervi che dialogherà con il pubblico. Presentano la serata Salvatore Sardu, regista, Marino Canzoneri, presidente Arci Sardegna, Pierina Chessa, presidente Società Operaia Industriale di Mutuo Soccorso.


venerdì 11 marzo dalle ore 17 alle ore 20

Iglesias, presso la sede della Società Operaia Industriale di Mutuo Soccorso, palazzo UPIM ingresso lato via XX Settembre.

Le iniziative, legate alla diffusione della cultura e all'integrazione, vertono principalmente nel campo del cinema, del teatro, dell'arte, della letteratura e della musica. A tal proposito organizziamo periodicamente festival cinematografici, cineforum, presentazioni di libri, seminari, corsi e varie attività formative, anche in collaborazione con le scuole.

Attività in corso

Lezioni di storia del cinema  tenute da  Marino Martino Canzoneri ogni mercoledì alle 17,30 c.o il Centro Culturale di via Cattaneo ad Iglesias


CINEMA SOTTO LE STELLE

Giardini biblioteca comunale di Iglesias

Ingresso via Diana, lato mervacto civico

PROGRAMMA FILM

1-2 luglio 2015 FABER IN SARDEGNA E L’ULTIMO CONCERTO DI FABRIZIO DE ANDRE

4-5 luglio SELMA LA STRADA PER LA LIBERTA

8-9 luglio IL NOME DEL FIGLIO

11-12 luglio PRIDE15

16 luglio WORD AND PICTURES

18-19 luglio JIMMY’S HALL

22-23 luglio THE IMITATION GAME

25-26 luglio BIG EYES

29-30 luglio UN GATTO A PARIGI

1-2 Agosto TRANCENDENCE